Siete un datore di lavoro scelto? Importanza e vantaggi nel reclutamento

da | Branding per i datori di lavoro, Glossario

Teile diesen Beitrag mit deinen Freunden

La vostra azienda è un datore di lavoro scelto? Se avete già sentito questa domanda e non siete riusciti a trovare una risposta, questo articolo fa per voi. Le aziende vanno e vengono, i settori cambiano, le tecnologie sono in continua evoluzione e le priorità generazionali si spostano. Eppure sono sempre gli stessi datori di lavoro ad aggiudicarsi i migliori talenti di domani. Google e Tesla sono solo due dei nomi noti di cui sto parlando.

Cosa caratterizza esattamente queste aziende? Se li consideriamo singolarmente, sono molto diversi in termini di caratteristiche e di lavoro svolto. Ciononostante, tutti possono essere descritti come i datori di lavoro preferiti per i quali tutti vorrebbero lavorare.

Diamo un’occhiata più da vicino ai principali datori di lavoro in questo articolo

Diamo quindi un’occhiata più da vicino a queste aziende top. Che cos’è un datore di lavoro di elezione, quali sono i vantaggi di esserlo e come potete diventarlo per avere un accesso impareggiabile ai migliori talenti disponibili sul mercato? Come si fa a diventare un datore di lavoro di prima scelta?

Cosa significa “datore di lavoro scelto”?

Tradotto in tedesco, è piuttosto semplice e significa essere un datore di lavoro privilegiato. Anche se questo è sufficiente per alcuni, è necessaria qualche spiegazione in più.

In parole povere, un datore di lavoro scelto è un’azienda per la quale, nel complesso, i candidati desiderano davvero lavorare. Le caratteristiche principali di un datore di lavoro preferito includono una forte leadership, una retribuzione competitiva, dipendenti impegnati, un lavoro significativo e una cultura aziendale attraente.

Non esiste una strategia unica per diventare un datore di lavoro di riferimento. L’approccio di ogni azienda può essere molto diverso e tuttavia diversi approcci possono soddisfare i criteri di questo premio speciale. Il tema generale del diventare un datore di lavoro scelto è quello di essere il miglior datore di lavoro possibile per i tipi di dipendenti che si desidera attrarre e mantenere.

Vantaggi di un datore di lavoro scelto

Essere un datore di lavoro scelto comporta molti vantaggi, la maggior parte dei quali riguarda l’assunzione e la fidelizzazione dei dipendenti. Ecco alcuni degli argomenti più importanti per diventare un datore di lavoro scelto.

Non dover più discutere con un salario elevato

Una delle maggiori difficoltà per le aziende è quella di competere con altre aziende in termini di retribuzione. Se siete un datore di lavoro scelto, un salario elevato non è più la priorità principale per un candidato.

Sebbene l’offerta di stipendi competitivi sia una caratteristica importante dei datori di lavoro preferiti, il rafforzamento della vostra organizzazione in altre aree può aiutarvi a reclutare talenti forti, anche se non riuscite a eguagliare i vostri concorrenti in termini di retribuzione.

Maggiore fedeltà dei dipendenti

I dipendenti delle aziende favorite come datori di lavoro si impegnano nel loro lavoro e si sentono coinvolti nel successo dell’azienda, il che porta alla fedeltà. Questo senso di lealtà e attaccamento al datore di lavoro significa che è meno probabile che lascino l’azienda rispetto a chi non è soddisfatto del proprio lavoro.

Reclutamento semplice

Un’altra difficoltà per i decisori del personale è quella di entrare in contatto con i candidati passivi. Questo gruppo di candidati è tra i più interessanti perché è più probabile che passino alla vostra azienda.

In qualità di datore di lavoro scelto, dovete spendere meno tempo o denaro per ottenere un punto d’appoggio con buoni candidati. I candidati conoscono già la vostra azienda come un ottimo posto di lavoro, quindi la vostra reputazione farà gran parte del lavoro di reclutamento per voi.

Come si diventa un datore di lavoro scelto?

Rispettate i vostri dipendenti e affidate loro i vostri compiti.

In quanto azienda Employer of Choice, date ai vostri dipendenti istruzioni chiare su ciò che vi aspettate da loro. Questo dà ai dipendenti la sicurezza necessaria per poter prendere decisioni che soddisfino le vostre aspettative.

I dipendenti vengono trattati in modo paritario, a prescindere dal titolo di lavoro o dall’anzianità, senza dare l’impressione che qualcuno venga trattato in modo favorevole.

Incoraggiate una cultura della responsabilità fornendo un feedback chiaro e costruttivo quando le aspettative non vengono soddisfatte.

Pagamenti equi per i dipendenti

Stipendi competitivi sono uno degli strumenti più utili e diretti per attrarre i migliori talenti. Se pagate i vostri dipendenti in modo equo, questi si sentono più apprezzati, hanno maggiore fiducia nell’azienda e si impegnano maggiormente nel loro lavoro.

È importante capire che esiste una differenza tra “alto” e “giusto” quando si parla di stipendi. La percezione di un’equa retribuzione dipende da due fattori principali.

  1. Un salario che corrisponde al prezzo di mercato per il lavoro svolto.
  2. Uno stipendio paragonabile a quello percepito da altri dipendenti di pari livello dell’azienda.

Ci sono diverse nozioni di base che sono un must nel mondo di oggi. Questi includono un piano pensionistico aziendale, permessi retribuiti, congedi per malattia e, naturalmente, un piano pensionistico aziendale.

Altri aspetti come la flessibilità del lavoro, il congedo per motivi familiari e altri ancora possono diventare rapidamente un must del futuro.

Offrire opportunità di crescita

Gli investimenti nello sviluppo dei dipendenti, ad esempio sotto forma di corsi di formazione e workshop, contribuiscono alla fidelizzazione dei dipendenti e alla promozione dell’innovazione. Ma programmi formali come questi non sono l’unica opzione. Ci sono altri modi per aiutare i dipendenti a crescere e a prosperare nell’organizzazione.

Offrite ai vostri dipendenti l’opportunità di partecipare ad attività che vanno al di là del loro normale ambito lavorativo, ad esempio come relatori in eventi aziendali, in focus group o in colloqui di lavoro. Tutti questi aspetti coinvolgono i dipendenti a un livello diverso dal loro ruolo primario, aumentando la loro fedeltà all’organizzazione e contribuendo a renderla un datore di lavoro preferito.

Essere trasparenti

Oggi più che mai i dipendenti desiderano la trasparenza. Quando i dipendenti avvertono un senso di ambiguità – che si tratti della sicurezza del loro posto di lavoro, della direzione dell’azienda o delle decisioni del loro manager – hanno meno fiducia nei loro colleghi, hanno meno lealtà verso l’organizzazione e sono meno motivati a lavorare.

La soluzione è creare trasparenza informando i dipendenti. Le aziende Emplyoer of Choice condividono apertamente e frequentemente le informazioni con i propri dipendenti. Si va dalla performance finanziaria dell’azienda alle ragioni delle decisioni organizzative e alla strategia di crescita a lungo termine. Invece di sentirsi l’ultimo ad essere informato quando si tratta di notizie sul posto di lavoro, si sente un membro attivo e coinvolto del team. Questo motiva i dipendenti a rimanere in azienda.

Essere un pioniere, non un seguace

Google è spesso citato come un esempio lampante di datore di lavoro scelto. Una delle caratteristiche dell’azienda è che non ha paura di seguire la propria strada. Anche se questo significa prendere una strada completamente diversa da quella degli altri. Un esempio è X Development, la cosiddetta “Moonshot Factory” della società madre di Google, Alphabet, che si concentrerà su tecnologie radicali che cambieranno letteralmente il mondo.

Anche se non tutte le aziende Employer of Choice sparano razzi nello spazio o risolvono la fame nel mondo, ciò che hanno in comune è che vanno avanti senza paura per la loro strada, indipendentemente da ciò che il resto del settore o del mercato sta concentrando.

Dare invece di prendere

I dipendenti più impegnati si sentono legati alla propria azienda al di là delle mansioni quotidiane. I dipendenti si sentono più legati alla cultura aziendale quando hanno la possibilità di partecipare a eventi di beneficenza sul posto di lavoro. Provate, questi eventi portano a un team più felice.

I datori di lavoro che scelgono non perseguono solo obiettivi orientati al profitto. Contribuiscono a uno scopo più ampio che va a beneficio della comunità o della società nel suo complesso.

Concentrarsi sulle cose importanti

I benefit di base, come il regime pensionistico aziendale, le ferie pagate e i permessi per malattia, sono scontati per i datori di lavoro di prima scelta. Anche altri benefit ricercati, come orari di lavoro flessibili e permessi retribuiti per i familiari, stanno rapidamente diventando un must.

L’aspetto interessante di Employer of Choice è che spesso l’elenco dei benefici non è molto evidente. Cose come un frigorifero per la birra in loco o i tornei di ping pong del venerdì pomeriggio sono divertenti e alla moda, ma non creano un vero significato, che è una caratteristica fondamentale del Datore di lavoro scelto. Piuttosto che limitarsi ai soliti vantaggi, i datori di lavoro che scelgono si concentrano sui benefit che contano davvero e che forniscono un valore misurabile ai dipendenti che vogliono attrarre.

Google non è la misura di tutte le cose

Anche se ho sempre elogiato Google, non dovreste semplicemente copiare tutto da Google. Non tutti i datori di lavoro si adattano a tutti i dipendenti.

Google, ad esempio, è uno dei datori di lavoro preferiti grazie alla sua buona reputazione e ai numerosi riconoscimenti per la sua cultura aziendale. Tuttavia, le persone che non si sentono a proprio agio in un ambiente che enfatizza la comunicazione aperta e un posto di lavoro divertente e che promuove la creatività potrebbero essere fuori posto in Google. Un dipendente che apprezza la comunicazione frequente con il proprio manager di riferimento e un certo grado di controllo potrebbe non sentirsi a proprio agio in un’organizzazione così piatta. Altri dipendenti, invece, si sentono a proprio agio nell’ambiente Google.

Esempi di datore di lavoro scelto

Nel panorama economico odierno, in cui l’acquisizione di talenti e la fidelizzazione dei dipendenti sono sfide fondamentali, alcune aziende si distinguono come datori di lavoro eccellenti. Un’occhiata ad alcuni di questi “datori di lavoro preferiti” chiarisce quali sono le caratteristiche che li rendono punti di contatto ricercati per le persone in cerca di lavoro. Trader Joe’s, ad esempio, si è fatto un nome grazie alla sua cultura aziendale unica, agli stipendi competitivi e ai benefit interessanti. Southwest Airlines è nota per la sua forte leadership, il coinvolgimento dei dipendenti e l’attraente cultura aziendale. Google, invece, è conosciuta in tutto il mondo per il suo ambiente di lavoro innovativo, le attività significative e le grandi opportunità di crescita. Marriott è nota anche per la sua leadership, gli stipendi competitivi e l’atmosfera di lavoro gratificante. Queste aziende si sono guadagnate una reputazione che va ben oltre i confini del loro settore. Chi cerca lavoro vuole lavorare in queste aziende perché non solo offrono condizioni di lavoro competitive, ma portano anche l’esperienza dei dipendenti a un nuovo livello.

Libri del datore di lavoro scelto

Ho scelto per voi alcuni libri personali che approfondiscono il tema del datore di lavoro per scelta.

Datore di lavoro scelto dalla generazione Y: sfide e fattori di successo per aumentare l’attrattiva del datore di lavoro

Descrizione: Sullo sfondo del cambiamento demografico e della conseguente carenza di manodopera qualificata, la Generazione Y (nata dopo il 1980) sta diventando sempre più importante. Julia Ruthus intraprende una tipizzazione completa della Generazione Y. Presenta le loro preferenze riguardo al datore di lavoro preferito e le loro esigenze di carriera rispetto alle altre generazioni. Determina i parametri decisionali relativi al “datore di lavoro preferito” della Generazione Y e mostra le differenze con le altre generazioni sulla base dei risultati di uno studio empirico condotto su 438 persone. Fonte: Amazon.

Attirare le giovani generazioni: diventare il datore di lavoro preferito dalla Generazione Y con un employer branding mirato

Descrizione: Un’azienda può avere successo in modo sostenibile solo se le sfide tecnologiche, economiche, sociali ed ecologiche del presente e quelle del futuro vengono riconosciute per tempo e affrontate di conseguenza. L’importanza di una strategia ben ponderata e vivace per la gestione del personale e l’employer branding è quindi sempre maggiore. Anche la difficoltà di trovare giovani talenti è evidente. La generazione Y è il gruppo target principale sul mercato del lavoro che deve essere attratto e trattenuto dall’azienda attraverso misure mirate di employer branding. Questo lavoro si occupa quindi delle priorità e dei valori che caratterizzano la Generazione Y nel mondo del lavoro. E in quali circostanze un datore di lavoro appare quindi attraente per le giovani generazioni. Si occupa anche dello sviluppo della conseguente strategia di employer branding. Cosa fanno le aziende nella pratica per essere il datore di lavoro preferito dalla Generazione Y sul mercato del lavoro. Fonte: Amazon.

Domande frequenti

Che cos’è un datore di lavoro scelto?

La spiegazione di “Employer of Choice” è in realtà piuttosto semplice una volta tradotta in tedesco. Un datore di lavoro scelto è quindi un datore di lavoro per cui i dipendenti vogliono davvero lavorare. Ci sono alcune caratteristiche che costituiscono un datore di lavoro di elezione e che devono essere soddisfatte affinché i dipendenti dicano che vogliono assolutamente lavorare per questa azienda.

Quali sono le caratteristiche più importanti di un datore di lavoro scelto?

Le caratteristiche principali di un datore di lavoro scelto includono una forte leadership, una retribuzione competitiva, un lavoro significativo, dipendenti impegnati e una cultura aziendale attraente.

Come si diventa un datore di lavoro scelto?

Per diventare un Datore di lavoro scelto, dovete soddisfare le seguenti condizioni:
1. rispettate i vostri dipendenti e affidate loro dei compiti.
2. una retribuzione equa per i dipendenti.
3. offrire opportunità di crescita sotto forma di corsi di formazione e workshop.
4. essere trasparenti con i propri dipendenti.
5. essere un pioniere, non un seguace in ciò che fate.

Chi è un datore di lavoro scelto?

Esiste un gran numero di datori di lavoro attraenti a cui pochi direbbero “no” a un’offerta di lavoro. Tra i più noti ci sono Google, Adidas, Tesla, Allianz e Apple. Naturalmente ce ne sono molti altri che godono dello status di “Employer of Choice”.

Hauptpartner:

eBook des Monats

Nessun risultato

La pagina richiesta non è stata trovata. Affina la tua ricerca, o utilizza la barra di navigazione qui sopra per trovare il post.

Anzeige

ChatGPT in HR – Human Resource

HR-Whitepaper, eBooks und Studien

Nessun risultato

La pagina richiesta non è stata trovata. Affina la tua ricerca, o utilizza la barra di navigazione qui sopra per trovare il post.

Das könnte dir auch gefallen

0 commenti

Das erhältst du vom HRtalk Newsletter!

• Wertvolles Wissen aus erster Hand.

• Hochkarätige Artikel für deinen Erfolg.

• Regelmäßige Geschenke und Gutscheine.

• Teilnahme an spannenden Gewinnspielen.

• Teil einer dynamischen Community von HR-Experten sein.

Du hast dich erfolgreich eingetragen