KPI di recruiting per 2024: le cifre chiave più importanti e le tendenze attuali

da | Conoscenza delle risorse umane

Teile diesen Beitrag mit deinen Freunden

Il reclutamento è un processo complesso che richiede precisione e pianificazione strategica. Uno sguardo a 2024 mostra che il mondo del reclutamento sta cambiando rapidamente. Per attirare i migliori talenti, è essenziale essere sempre informati sulle ultime tendenze e sui KPI (Key Performance Indicators). In questo articolo, esaminiamo i KPI più importanti per il reclutamento in 2024. Dal tempo necessario per assumere un candidato alla sua soddisfazione, copriamo gli aspetti più importanti. Inoltre, mettiamo in evidenza le tendenze attuali che influenzano il reclutamento, come la crescente importanza del lavoro da casa e la crescente rilevanza dell’employer branding. Sia che siate reclutatori esperti o che abbiate appena iniziato le vostre attività di reclutamento, questo articolo vi fornirà gli spunti necessari per essere all’avanguardia e attirare i candidati più qualificati nella vostra organizzazione. Immergetevi nel mondo dei KPI e delle tendenze del recruiting 2024 e ottenete un vantaggio decisivo.

Perché i KPI di reclutamento sono importanti?

I KPI per il reclutamento sono fondamentali perché aiutano a misurare il successo della strategia di reclutamento e a prendere decisioni informate. Monitorando cifre chiave come il tempo di assunzione, il costo per assunzione e la soddisfazione dei candidati, si ottengono informazioni preziose sull’efficacia delle misure di reclutamento e sul potenziale di ottimizzazione. L’importanza dei KPI di reclutamento può essere illustrata dai seguenti aspetti:

  1. Successo misurabile della strategia di reclutamento
    I KPI di reclutamento consentono di quantificare il successo delle attività di reclutamento. Monitorando i KPI rilevanti, è possibile determinare quanto la strategia di reclutamento stia funzionando e se stia dando i risultati desiderati. In questo modo si ottiene un quadro chiaro della situazione e delle modifiche o dei miglioramenti necessari.
  2. Identificare il potenziale di ottimizzazione
    Il monitoraggio dei KPI di reclutamento vi offre una visione dei vari aspetti del processo di reclutamento. È possibile riconoscere quali aree possono essere inefficienti o da migliorare. Ad esempio, se i tempi di assunzione sono troppo lunghi, è possibile identificare potenziali colli di bottiglia o ritardi e intraprendere azioni appropriate per accelerare il processo.
  3. Migliorare la collaborazione e la comunicazione
    I KPI per il reclutamento servono come linguaggio comune per la collaborazione tra il team di reclutamento e gli altri reparti dell’azienda. Definendo obiettivi e metriche chiare, tutte le parti coinvolte possono collaborare meglio e lavorare per il successo comune. Questo favorisce una comunicazione efficace, tenendo tutti informati sullo stato delle attività di reclutamento e sugli obiettivi da raggiungere.

Suggerimento: utilizzare il benchmarking per ottenere confronti significativi
Un consiglio utile quando si utilizzano i KPI per il reclutamento è quello di utilizzare i dati del benchmarking. Confrontate le vostre cifre chiave con gli standard del settore o con i valori medi di altre aziende del vostro settore. Questo vi permette di valutare realisticamente le vostre prestazioni e di identificare le aree in cui potete migliorare.

I più importanti KPI per il reclutamento per 2024

Tempo fino all’assunzione

Il tempo di assunzione è uno dei KPI di reclutamento più importanti da monitorare in 2024. Indica il tempo necessario a un candidato per passare dalla candidatura all’assunzione finale. Tempi lunghi per l’assunzione possono indicare diversi problemi, come una strategia di reclutamento inefficace o la difficoltà di trovare candidati qualificati. Esistono diversi approcci per ridurre i tempi di assunzione. Un consiglio utile è quello di ottimizzare il processo di candidatura e di individuare i colli di bottiglia. Per rendere il processo più efficiente, potete anche utilizzare le moderne tecnologie, come i colloqui video.

Costo per noleggio

Il costo per assunzione è un fattore importante da tenere presente. Questa cifra chiave indica l’importo medio che si spende per l’assunzione di un nuovo dipendente. Vengono prese in considerazione le spese per annunci di lavoro, eventi di reclutamento e agenzie di reclutamento. Un costo elevato per assunzione può indicare che la vostra strategia di reclutamento è troppo costosa o che non state utilizzando i canali ottimali per trovare candidati qualificati. Per ridurre il costo per assunzione, considerate metodi di reclutamento alternativi. Un consiglio è quello di utilizzare i social media, poiché queste piattaforme sono spesso poco costose e offrono un grande potenziale. Potete anche istituire programmi di segnalazione dei dipendenti per attirare candidati qualificati attraverso le reti personali.

Soddisfazione del richiedente

La soddisfazione dei candidati gioca un ruolo importante nel processo di reclutamento. Fornisce informazioni sul grado di soddisfazione dei candidati in merito all’intero processo di candidatura e alla comunicazione durante il processo di reclutamento. Un alto livello di soddisfazione dei candidati può avere un impatto positivo sulle vostre attività di reclutamento, in quanto un maggior numero di candidati qualificati si candiderà per le vostre offerte di lavoro e voi sarete in grado di effettuare una selezione migliore. Per aumentare la soddisfazione dei candidati, dovete sempre considerare il processo di candidatura dal punto di vista del candidato. Ottenere un feedback dai candidati e organizzare il processo di candidatura in modo che sia semplice, trasparente e rispettoso per i candidati.

Suggerimento: utilizzare un sistema di gestione dei candidati
Un consiglio efficace per ottimizzare i KPI nel reclutamento è quello di implementare un sistema di gestione dei candidati. Con un sistema di gestione dei candidati, potete centralizzare l’intero processo di reclutamento, gestire i dati dei candidati, monitorare l’avanzamento delle candidature e stabilire flussi di lavoro efficienti. Questo non solo aumenta l’efficienza del reclutamento, ma migliora anche l’esperienza del candidato.

Qualità del richiedente

La qualità dei candidati è un importante KPI che misura la capacità del vostro processo di reclutamento di attrarre candidati altamente qualificati. Non è solo importante ricevere un gran numero di candidature, ma anche assicurarsi che i candidati abbiano le competenze, le qualifiche e l’esperienza richieste. Un’elevata qualità dei candidati può indicare che la vostra strategia di reclutamento è efficace e che state attirando i migliori talenti.

Time-to-fill (tempo necessario per coprire una posizione)

Il time-to-fill è un’altra importante metrica che misura il tempo necessario per coprire un posto vacante. Copre l’intero processo, dalla pubblicazione dell’annuncio di lavoro all’assunzione finale di un candidato. Un lungo time-to-fill può indicare colli di bottiglia o inefficienze nel processo di reclutamento e portare a un aumento dei costi e a perdite di produttività. È quindi importante monitorare questo KPI e cercare modi per ottimizzare e velocizzare il processo.

Tasso di reclutamento

Il tasso di assunzione misura la percentuale di candidati che alla fine vengono assunti. È un indicatore dell’efficacia del team di reclutamento nella selezione e nell’assunzione dei candidati. Un tasso di assunzione elevato indica che siete in grado di identificare e assumere con successo candidati qualificati, mentre un tasso di assunzione basso può indicare difficoltà o problemi nella selezione dei candidati giusti.

Mantenimento dei dipendenti

La retention dei dipendenti è un KPI che misura la capacità dell’azienda di trattenere i dipendenti qualificati nel lungo periodo. Un’elevata retention dei dipendenti indica che siete in grado di attrarre e trattenere i dipendenti, il che ha un impatto positivo sulla produttività, sulla continuità e sull’efficienza dei costi della vostra organizzazione. Per migliorare la fidelizzazione dei dipendenti, si possono adottare misure come lo sviluppo del personale, le opportunità di carriera e un ambiente di lavoro positivo.

Attuali KPI di reclutamento

Oltre ai KPI di reclutamento menzionati sopra, ce ne sono molti altri che potete monitorare per misurare il successo della vostra strategia di reclutamento. Ecco alcuni degli attuali KPI per l’anno 2024 che dovreste tenere d’occhio:

Diversità e inclusione

La promozione della diversità e dell’inclusione è una tendenza importante nel reclutamento. I team di reclutamento devono assicurarsi di creare un ambiente di lavoro diversificato e inclusivo per attrarre e trattenere i migliori talenti. I KPI per la diversità e l’inclusione possono misurare il successo della vostra organizzazione nella creazione di una forza lavoro diversificata. Questo include dati chiave come la percentuale di dipendenti di sesso, origine etnica e sociale diversi. Suggerimento: per promuovere la diversità nel vostro bacino di candidati, potete pubblicizzare in modo specifico su job board e piattaforme specializzate in candidati eterogenei.

Tasso di ritenzione

Il tasso di retention indica quanti dipendenti la vostra azienda ha mantenuto in un determinato periodo. Un alto tasso di retention è indice di una forte cultura aziendale e può contribuire a ridurre i costi di assunzione di nuovi dipendenti. Suggerimento: per migliorare la fidelizzazione dei dipendenti, è possibile ottenere un feedback regolare, offrire opportunità di sviluppo e incoraggiare una comunicazione aperta.

Esperienza del candidato

L’esperienza del candidato si riferisce all’intera esperienza che i candidati hanno durante il processo di reclutamento. Un’esperienza positiva per i candidati può portare i candidati a decidere a favore delle vostre offerte di lavoro e a raccomandare il vostro marchio ad altri. I KPI sull’esperienza del candidato possono misurare l’efficacia della vostra organizzazione nel creare un’esperienza di reclutamento positiva. Questo include metriche come la soddisfazione dei candidati, il tempo per il feedback e la trasparenza del processo di candidatura. Un suggerimento: per migliorare l’esperienza del candidato, potete analizzare regolarmente il processo di candidatura dal punto di vista del candidato e identificare i potenziali ostacoli.

Ricordate che la scelta dei KPI per il reclutamento dipende dal settore, dagli obiettivi aziendali e dalle esigenze individuali. Selezionare i KPI più rilevanti per la vostra organizzazione e aiutarvi a misurare e migliorare continuamente l’efficacia della vostra strategia di reclutamento.

Come misurare i KPI del reclutamento

Per misurare i KPI di reclutamento, dovete innanzitutto decidere quali sono i KPI più importanti per la vostra strategia di reclutamento. Ogni organizzazione ha obiettivi e priorità diverse, quindi è importante scegliere i KPI più adatti alle proprie esigenze. Ecco alcuni passi importanti per misurare efficacemente i KPI per il reclutamento:

1. definire i KPI rilevanti

Analizzate i vostri obiettivi di reclutamento e identificate i KPI che vi aiuteranno a misurare i progressi e il successo della vostra strategia. Si può trattare di KPI come il tempo di assunzione, il costo per assunzione, la qualità dei candidati o la fidelizzazione dei dipendenti. Un consiglio: iniziate con un numero ridotto di KPI e ampliateli in base alle necessità per mantenere la concentrazione e rendere efficace la misurazione.

2. selezione degli strumenti giusti

Una volta identificati i KPI di reclutamento, è importante disporre degli strumenti giusti per monitorarli e analizzarli. Esiste una varietà di opzioni, dai semplici fogli di calcolo Excel alle soluzioni software specializzate per il reclutamento. La scelta dello strumento giusto dipende dalla portata delle attività di reclutamento e dalle opzioni di analisi desiderate.

Suggerimento: acquisire familiarità con le funzioni e le opzioni dello strumento selezionato per poterlo utilizzare in modo ottimale.

3. raccogliere e analizzare i dati

Una volta definiti i KPI e gli strumenti, è il momento di raccogliere i dati e analizzarli regolarmente. Assicuratevi di integrare le fonti di dati necessarie, che si tratti del sistema di tracciamento dei candidati, del software di gestione delle risorse umane o di altri sistemi pertinenti. Monitorate costantemente i vostri KPI e analizzate le tendenze e gli schemi per ottenere informazioni sull’efficienza del reclutamento.

Suggerimento: automatizzate il maggior numero possibile di processi di dati per risparmiare tempo e ottenere risultati accurati.

4. relazioni e comunicazione

La misurazione dei KPI per il reclutamento non deve essere solo uno strumento interno, ma deve essere utilizzata anche per comunicare i risultati e le scoperte. Creare rapporti regolari per condividere i KPI e il loro sviluppo con gli altri stakeholder. Presentare i dati in modo chiaro e comprensibile per promuovere una comprensione e una cooperazione comuni. A

Suggerimento: utilizzate visualizzazioni come diagrammi o dashboard per presentare i dati in modo accattivante e chiaro.

Misurando e analizzando i KPI del reclutamento, si ottengono informazioni preziose per ottimizzare la strategia e apportare continui miglioramenti. Ricordate che la misurazione dei KPI è un processo continuo che richiede aggiustamenti e aggiornamenti regolari per soddisfare i requisiti in evoluzione.

Strumenti per il monitoraggio dei KPI del reclutamento

Ci sono molti strumenti diversi che si possono utilizzare per monitorare e analizzare efficacemente i KPI del reclutamento. A seconda delle esigenze e della portata delle attività di reclutamento, possono essere più adatti strumenti diversi. Di seguito sono elencate alcune opzioni comuni:

Tabelle Excel

I fogli di calcolo Excel sono un modo semplice ed economico per monitorare i KPI del reclutamento. È possibile organizzare i dati in una tabella chiara ed eseguire calcoli utilizzando formule e funzioni. È inoltre possibile creare grafici e diagrammi per visualizzare tendenze e modelli.

Suggerimento: utilizzare la formattazione personalizzata e la formattazione condizionale per enfatizzare le informazioni importanti e migliorare la leggibilità.

Google Analytics

Google Analytics è uno strumento potente e gratuito che vi permette di tracciare e analizzare il traffico sul vostro sito professionale. Potete vedere quanti visitatori visitano il vostro sito, quanto tempo rimangono e quali pagine vengono visualizzate più frequentemente. Inoltre, Google Analytics offre funzioni come il tracciamento degli obiettivi e il tracciamento degli eventi per misurare le azioni importanti dei visitatori.

Suggerimento: create report e dashboard personalizzati per monitorare e analizzare i KPI rilevanti per la vostra azienda.

Software di reclutamento

Le soluzioni software di recruiting sono strumenti specializzati che offrono una gamma completa di funzioni per il monitoraggio dei KPI di reclutamento e la gestione dell’intero processo di candidatura. Piattaforme come Workable, Lever e Greenhouse consentono di tenere traccia dei dati relativi alle candidature e alle assunzioni in tempo reale, di creare report e dashboard e di raccogliere i feedback dei candidati. Questi strumenti offrono spesso l’integrazione con altri sistemi di reclutamento e di gestione delle risorse umane per garantire un flusso di dati continuo.

Suggerimento: prima di scegliere un software di reclutamento, analizzate attentamente le vostre esigenze e testate le funzioni e la facilità d’uso delle varie opzioni.

Il ruolo del software di recruiting nella misurazione dei KPI

Il software di reclutamento svolge un ruolo cruciale nella misurazione efficace dei KPI di reclutamento. Utilizzando una soluzione software specializzata, riceverete un database centrale in cui sono archiviate tutte le informazioni rilevanti sulle vostre attività di reclutamento. In questo modo è possibile accedere in modo rapido e semplice ai dati necessari per analizzare i KPI e creare report significativi.

Database centrale per un’analisi efficiente dei KPI

Il software di reclutamento consente di archiviare tutti i dati relativi a candidature, colloqui, assunzioni e altre cifre importanti in un unico posto. Ciò consente una gestione e un’analisi efficiente dei KPI. È possibile segmentare i dati, filtrarli in base a parametri rilevanti e ottenere informazioni dettagliate sulle prestazioni di reclutamento. In questo modo è più facile riconoscere le tendenze e gli schemi per identificare i punti di forza e di debolezza della strategia di reclutamento e adottare le misure appropriate.

Automazione e razionalizzazione del processo di candidatura

Il software di reclutamento non solo fornisce un database centrale, ma consente anche di automatizzare e razionalizzare l’intero processo di candidatura. È possibile automatizzare molte attività che richiedono tempo, dalla pubblicazione dell’annuncio di lavoro alla gestione delle candidature e alla comunicazione con i candidati. Ciò contribuisce a ridurre i tempi di assunzione e ad aumentare l’efficienza del team di reclutamento. Inoltre, il software consente una migliore comunicazione e interazione con i candidati, che può avere un effetto positivo sulla loro soddisfazione.

Le migliori pratiche per ottimizzare i KPI del reclutamento

Per ottimizzare i vostri KPI di reclutamento e reclutare con successo candidati qualificati, dovreste considerare le seguenti best practice:

Ottimizzare gli annunci di lavoro

Un annuncio di lavoro ben ottimizzato è fondamentale per attirare l’attenzione dei candidati giusti. Gli annunci di lavoro devono essere chiari, concisi e formulati in modo attraente. Evitate il gergo inutile e assicuratevi che i requisiti e le aspettative della posizione siano comunicati chiaramente. Informazioni chiare sulle competenze, l’esperienza e le qualifiche richieste aiutano i candidati a valutare se sono adatti al lavoro. Cogliete anche l’occasione per presentare la vostra cultura aziendale e i vostri valori per attirare i potenziali candidati.

Semplificare il processo di candidatura

Un processo di candidatura complesso e lungo può portare all’abbandono di candidati qualificati. Semplificare il processo di candidatura per aumentare il tasso di conversione. Rendere il processo intuitivo e facile da usare, in modo che i candidati possano navigare senza sforzo attraverso le singole fasi. Riducete al minimo il numero di campi e documenti richiesti per ridurre al minimo lo sforzo dei candidati. Assicuratevi anche che il processo di candidatura sia compatibile con i dispositivi mobili, dato che sempre più candidati utilizzano i loro smartphone o tablet per candidarsi.

Migliorare l’esperienza del candidato

Un’esperienza positiva per i candidati è fondamentale per attrarre candidati qualificati e costruire relazioni a lungo termine. Creare un’esperienza accogliente e piacevole per i candidati, facendoli sentire apprezzati e rispettati. Assicuratevi che la comunicazione sia trasparente e tempestiva durante tutto il processo di reclutamento. Tenere informati i candidati sullo stato di avanzamento della loro domanda e dare loro la possibilità di porre domande. Un feedback regolare da parte dei candidati può darvi indicazioni preziose su come migliorare ulteriormente la vostra esperienza di reclutamento.

Un consiglio: personalizzate la comunicazione con i candidati utilizzando i loro nomi e le informazioni specifiche contenute nelle loro candidature. In questo modo i candidati si sentono indirizzati e valorizzati individualmente. Piccoli dettagli come questi possono fare una grande differenza nella percezione del vostro employer brand e aumentare le possibilità di attrarre candidati qualificati per le vostre offerte di lavoro.

Evitare gli errori più comuni quando si misurano i KPI del reclutamento

Per misurare KPI di reclutamento significativi ed efficaci, è importante evitare gli errori più comuni. Ecco alcuni degli errori più comuni che le organizzazioni possono commettere quando misurano i KPI di reclutamento:

Tracciare troppi KPI

Un errore comune è quello di tracciare troppi KPI di reclutamento. Se si tracciano troppi KPI, si rischia di perdere la cognizione dei dati e di faticare a trarne chiari insegnamenti. È importante concentrarsi sui KPI veramente significativi e rilevanti per la vostra specifica strategia di reclutamento. Concentrandosi su un numero ridotto di KPI, è possibile utilizzare le risorse in modo più efficiente e adottare misure più mirate per ottenere i risultati desiderati.

Dati insufficienti

Un altro errore è quello di non avere abbastanza dati per trarre conclusioni significative. Senza dati sufficienti, non è possibile effettuare analisi accurate e ottimizzare la strategia di reclutamento. Assicuratevi di avere le fonti di dati necessarie per supportare i vostri KPI. La raccolta di dati su candidature, assunzioni, feedback dei candidati e altri fattori rilevanti è fondamentale per ottenere una visione completa delle vostre attività di reclutamento.

Interpretazione errata dei dati

Un altro errore è quello di interpretare male i dati o di attribuire loro un significato sbagliato. È importante analizzare e comprendere attentamente i dati prima di trarre conclusioni. I singoli dati possono essere fuorvianti se non vengono considerati nel loro contesto. Assicuratevi di confrontare i dati, riconoscere le tendenze e stabilire correlazioni per prendere decisioni fondate.

Trascurare la qualità dei dati

La qualità dei dati è fondamentale per l’affidabilità dei vostri KPI di reclutamento. Dati errati o incompleti possono portare a risultati distorti e compromettere l’accuratezza delle analisi. Assicuratevi di controllare regolarmente la qualità dei vostri dati e di apportare le correzioni necessarie. Ciò può includere l’uso di meccanismi di convalida, la rimozione di duplicati o la verifica dell’integrità dei dati.

Un consiglio: per ridurre al minimo gli errori nella misurazione dei KPI, è necessario definire obiettivi e metriche chiari prima di iniziare a raccogliere i dati. Questo vi aiuta a concentrarvi sui KPI chiave e a raccogliere i dati pertinenti. Inoltre, è consigliabile rivedere regolarmente i KPI per assicurarsi che siano ancora significativi e rilevanti. Seguendo queste best practice, potrete migliorare la qualità delle vostre analisi di reclutamento e prendere decisioni informate per le vostre future strategie di reclutamento.

Conclusione

La misurazione dei KPI di reclutamento è fondamentale per valutare e migliorare il successo della vostra strategia di reclutamento. Tracciando i giusti KPI, è possibile ottenere informazioni preziose e prendere decisioni informate. In questo articolo abbiamo presentato importanti KPI di reclutamento da tenere in considerazione, tra cui Time-to-Fill, Cost-per-Hire, Quality-of-Hire e Candidate Satisfaction.

Abbiamo inoltre presentato strumenti e best practice per la misurazione dei KPI. Dai fogli di calcolo di Excel e Google Analytics ai software speciali per il reclutamento, esistono vari modi per raccogliere e analizzare i dati. È importante scegliere gli strumenti giusti in base alle proprie esigenze e al proprio budget.

Abbiamo anche sottolineato gli errori comuni da evitare, come il monitoraggio di troppi KPI o la mancanza di dati sufficienti. È molto importante garantire la qualità dei dati e interpretarli correttamente per ottenere informazioni significative.

In sintesi, la misurazione dei KPI nel reclutamento è un processo continuo. Richiede impegno, tempo e risorse per analizzare e ottimizzare le prestazioni della vostra strategia di reclutamento. Concentrandosi su KPI rilevanti, utilizzando strumenti appropriati e seguendo best practice comprovate, è possibile aumentare il successo delle attività di reclutamento, migliorare l’efficienza e attrarre talenti qualificati nella propria organizzazione.

Sfruttate il potere della misurazione dei KPI per migliorare continuamente la vostra strategia di reclutamento e assicurarvi di poter attrarre e trattenere i migliori talenti. Analizzando i risultati e adottando misure per identificare ed eliminare i potenziali punti deboli, potrete aumentare il successo dei vostri sforzi di reclutamento a lungo termine.

Raccomandazioni sui libri di reclutamento

Una buona strategia di reclutamento è fondamentale per il successo di qualsiasi azienda. Non esistono due strategie uguali. A seconda dell’azienda, del settore, della geografia e dei dati demografici, è importante sviluppare una strategia di reclutamento personalizzata che tenga conto di tutti questi fattori. Ho selezionato per voi alcuni libri che vi aiuteranno a sviluppare e attuare una buona strategia.

Trovare, formare e gestire i dipendenti

Employer branding, leadership e social recruiting con Linkedin e Facebook – per imprenditori e lavoratori autonomi.

Il libro si rivolge a imprenditori e fornitori di servizi che cercano il personale giusto e vogliono essere percepiti come un datore di lavoro attraente. Il libro fornisce molte istruzioni passo-passo su come attrarre e trattenere nuovi dipendenti in modo prevedibile. Su piattaforme come Meta e LinkedIn troverete molte strategie di facile attuazione per attirare nuovi dipendenti. Utilizzate i social media per essere percepiti come un datore di lavoro attraente.

Manuale di reclutamento sui social media

Know-how degli esperti – consigli pratici – informazioni legali.

Esperti del settore mostrano come utilizzare con successo i canali social media più importanti per il reclutamento. Gli autori rivelano i segreti del loro successo e mostrano come sia possibile trovare candidati più qualificati con il social recruiting. Scoprirete inoltre quali sono le opportunità per la vostra azienda con l'”Employer Branding”, per essere un passo avanti rispetto ai vostri concorrenti nella “Guerra dei Talenti”. Informazioni legali, esempi pratici, interviste e linee guida, oltre a una struttura sistematica, vi forniscono un aiuto pratico per prendere decisioni nel vostro lavoro quotidiano.

Reclutamento Playbook

Conquistare i dipendenti con mosse di successo.

Questo manuale vi guida attraverso il processo di reclutamento in modo pratico ma teoricamente valido. Offre opzioni di implementazione in tutte le fasi descritte, fornisce idee concrete per l’applicazione, evidenzia le insidie e gli ostacoli e fornisce ispirazione per i vostri esperimenti. Il libro offre suggerimenti e trucchi con le opportune “mosse di reclutamento”. I contenuti possono essere facilmente adattati alle rispettive situazioni nella pratica quotidiana del reclutamento e implementati immediatamente.

Hauptpartner:

eBook des Monats

Nessun risultato

La pagina richiesta non è stata trovata. Affina la tua ricerca, o utilizza la barra di navigazione qui sopra per trovare il post.

Anzeige

ChatGPT in HR – Human Resource

HR-Whitepaper, eBooks und Studien

Nessun risultato

La pagina richiesta non è stata trovata. Affina la tua ricerca, o utilizza la barra di navigazione qui sopra per trovare il post.

Das könnte dir auch gefallen

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Das erhältst du vom HRtalk Newsletter!

• Wertvolles Wissen aus erster Hand.

• Hochkarätige Artikel für deinen Erfolg.

• Regelmäßige Geschenke und Gutscheine.

• Teilnahme an spannenden Gewinnspielen.

• Teil einer dynamischen Community von HR-Experten sein.

Du hast dich erfolgreich eingetragen