Cambiamento della cultura del lavoro: un sondaggio di Fiverr mostra un alto gradimento della settimana di quattro giorni

da | Ultime notizie

Arbeitskultur im Wandel - Fiverr Umfrage
Teile diesen Beitrag mit deinen Freunden

In un mondo del lavoro in continua evoluzione, adattarsi alle nuove tendenze e alle esigenze dei dipendenti è fondamentale. Uno dei temi attuali che sta attirando sempre più attenzione è l’idea della settimana di quattro giorni. Questa organizzazione dell’orario di lavoro è diventata sempre più importante negli ultimi anni e viene vista da molti come un possibile modello di lavoro per il futuro.

In questo articolo analizziamo più da vicino i risultati di un sondaggio condotto da Fiverr International Ltd. Fiverr, un’azienda che vuole rivoluzionare il modo in cui il mondo lavora insieme, ha condotto un sondaggio tra dipendenti e freelance in Germania, Francia, Paesi Bassi, Italia, Regno Unito, Australia e Stati Uniti alla fine di agosto. L’indagine non solo fa luce sull’attuale cambiamento della cultura del lavoro, ma evidenzia anche l’importanza della flessibilità e dell’efficienza nel mondo di oggi.

La domanda centrale dell’indagine è: è possibile completare la stessa quantità di lavoro in quattro giorni lavorativi anziché in cinque? La risposta a questa domanda potrebbe non solo influenzare il futuro dell’organizzazione dell’orario di lavoro, ma anche modificare gli standard di produttività e le preferenze dei dipendenti nelle aziende di tutto il mondo.

Risultati sorprendenti sulla settimana di quattro giorni

Un argomento centrale del sondaggio di Fiverr è stato la settimana di quattro giorni come possibile modello di orario di lavoro del futuro. I risultati dell’indagine hanno fornito spunti interessanti e scoperte sorprendenti. Quasi due terzi (62%) degli intervistati in Germania sono convinti di poter completare lo stesso lavoro in quattro giorni lavorativi invece che in cinque. Ma questa è solo la media. A livello internazionale, quasi 7 intervistati su 10 (69%) sono di questa opinione.

È interessante notare che esistono anche chiare differenze tra le generazioni. In particolare gli intervistati più giovani, come i GenZ e i GenY, sono favorevoli a questa idea, con il 68% e il 74% rispettivamente che ne sono convinti. Nella generazione dei baby boomer, invece, meno della metà (47%) condivide questa convinzione. Questi risultati fanno luce sui diversi atteggiamenti nei confronti dell’organizzazione dell’orario di lavoro nei vari gruppi di età e illustrano il cambiamento generazionale nella cultura del lavoro.

Atteggiamenti intergenerazionali verso l’organizzazione dell’orario di lavoro

Tuttavia, l’indagine è andata oltre la questione della settimana di quattro giorni e ha esaminato le opinioni sull’organizzazione dell’orario di lavoro in generale. È emerso un aspetto interessante: l’idea di produttività in relazione alle ore di lavoro. Nel moderno mondo del lavoro, è sempre più evidente che la produttività non è legata solo al numero di ore lavorate. I risultati dell’indagine mostrano che gli intervistati in Germania considerano produttiva una media di 29 ore alla settimana. Ciò indica che l’atteggiamento verso l’efficienza lavorativa gioca un ruolo importante nella valutazione del proprio orario di lavoro.

La fine del 9 to 5

Nell’attuale mondo del lavoro in continua evoluzione, il tradizionale modello di lavoro “dalle 9 alle 5” è sempre più messo in discussione. I risultati del sondaggio di Fiverr illustrano questo graduale cambiamento e fanno luce sulla mutata percezione degli orari di lavoro e della produttività.

Solo poco più di un terzo (37%) degli intervistati ha dichiarato di sentirsi particolarmente creativo durante il consueto orario di lavoro in ufficio, dalle 9.00 alle 17.00. Tra la generazione più giovane, la GenZ, la percentuale è di poco superiore a 3 intervistati su 10 (31%). Ciò indica che i rigidi orari di lavoro che erano considerati la norma in passato non forniscono più necessariamente le condizioni ottimali per un lavoro creativo e produttivo.

È interessante notare che dall’indagine è emerso che quasi la metà (47%) degli intervistati ha dichiarato di essere più produttiva tra le 7 e le 10 del mattino. Questo schema si intensifica con l’aumentare dell’età degli intervistati, con i lavoratori più anziani che tendono a essere più produttivi nelle prime ore del mattino. Sorprendentemente, però, un quarto (25%) dei GenZ ritiene che l’orario di lavoro più efficace sia quello precedente alle 7 del mattino. Ciò dimostra il crescente interesse per i modelli di orario di lavoro flessibile, soprattutto tra i più giovani, che vogliono tenere maggiormente conto dei propri cicli di produttività e delle proprie preferenze.

Lavoro a distanza

I risultati dell’indagine di Fiverr sottolineano il continuo desiderio di un lavoro indipendente dal luogo in cui ci si trova, noto anche come lavoro a distanza o telelavoro. Una percentuale considerevole di intervistati ha espresso il desiderio di lavorare da casa per vari motivi.

Risparmio di tempo e di costi grazie all’eliminazione del pendolarismo

Un quarto degli intervistati tedeschi (25%) ha dichiarato che preferirebbe lavorare da casa. Una delle ragioni principali di questa preferenza è il risparmio di tempo e denaro che si ottiene non dovendo fare il pendolare. Gli spostamenti quotidiani non solo possono richiedere molto tempo, ma possono anche comportare costi elevati per il trasporto, la benzina e il parcheggio. L’opportunità di risparmiare queste risorse è quindi considerata estremamente interessante da molti dipendenti.

Completare un’ampia gamma di compiti da casa

Un altro motivo importante per favorire il lavoro a distanza è la possibilità di svolgere diversi compiti da casa. Quasi la metà (46%) degli intervistati lo considera un vantaggio. Questo potrebbe indicare che i dipendenti apprezzano la flessibilità di poter conciliare meglio gli impegni di lavoro con altri aspetti della loro vita, come i lavori domestici o gli impegni familiari.

Distrazione in ufficio

Inoltre, il 37% degli intervistati ha dichiarato di distrarsi più facilmente in ufficio. L’ufficio può talvolta essere un luogo in cui la concentrazione e la produttività sono compromesse da conversazioni ad alta voce, riunioni continue o altre distrazioni. Lavorare da casa permette di lavorare in un ambiente più tranquillo, dove ci si può concentrare meglio sui propri compiti.

Lavoro di squadra

Negli ultimi anni è cambiato anche il modo in cui i team lavorano insieme. Il sondaggio di Fiverr fornisce indicazioni interessanti sulle preferenze degli intervistati in merito al lavoro di squadra e all’importanza delle riunioni faccia a faccia.

Preferenze per il lavoro di squadra

Uno degli aspetti più rivelatori dell’indagine è che uno su cinque (20%) preferisce lavorare da solo. Ciò riflette la diversità delle preferenze lavorative e dimostra che non tutti i dipendenti o i freelance hanno lo stesso atteggiamento nei confronti del lavoro di squadra. La Germania si distingue come paese all’avanguardia in questo senso, dato che la media transnazionale è solo del 13%.

Gli incontri faccia a faccia svolgono un ruolo importante

Nonostante le diverse preferenze, le riunioni faccia a faccia svolgono ancora un ruolo importante nel lavoro di squadra. Il 42% degli intervistati ha dichiarato di incontrarsi con i colleghi due o più volte al giorno, mentre il 33% preferisce le riunioni faccia a faccia da più volte alla settimana a una volta al giorno.

Preferenze legate all’età

È interessante notare che i risultati dell’indagine mostrano che le riunioni faccia a faccia sono particolarmente apprezzate dai dipendenti più anziani e dai liberi professionisti. Tra i GenZ, la percentuale di coloro che preferiscono gli incontri faccia a faccia è del 41%, mentre raggiunge il 60% tra i Baby Boomers. Ciò sottolinea che le preferenze per il lavoro di squadra sono strettamente correlate all’età degli intervistati.

Oltre alle riunioni faccia a faccia, per il lavoro di squadra si utilizzano diversi mezzi di comunicazione. Le telefonate (35%), le videochiamate (21%) e gli incontri faccia a faccia fuori dall’ufficio in bar o spazi di co-working (21%) sono stati identificati come mezzi di comunicazione popolari.

Fiverr e il futuro del lavoro

I risultati del sondaggio di Fiverr non solo fanno luce sulle tendenze attuali del mondo del lavoro, ma sollevano anche la questione di come le stesse aziende come Fiverr stiano plasmando e supportando il futuro del lavoro.

Florian Müller, Country Manager DACH di Fiverr, ha sottolineato l’importanza della flessibilità nel mondo del lavoro e ha affermato: “La produttività non può essere misurata in termini di ore di lavoro o di ore lavorate. L’attenzione si sta spostando sempre più sul risultato del lavoro svolto. Alcune aziende stanno già implementando nuovi modelli di lavoro orientati ai metodi di lavoro dei dipendenti, alle preferenze individuali e ai cicli di produttività. La flessibilità dei datori di lavoro darà i suoi frutti, soprattutto per quanto riguarda l’ingresso della Generazione Z nel mercato del lavoro.

Questa affermazione sottolinea il ruolo di aziende come Fiverr nel plasmare il futuro del lavoro. Promuovendo la flessibilità ed enfatizzando i risultati rispetto alla mera presenza sul posto di lavoro, Fiverr sta già lanciando tendenze che potrebbero cambiare il nostro modo di lavorare.

Riflessioni conclusive

I risultati del sondaggio di Fiverr offrono una visione approfondita del mondo del lavoro, dinamico e in continua evoluzione. Mentre ci muoviamo verso un futuro in cui i modelli di lavoro tradizionali vengono stravolti e la flessibilità e l’efficienza sono al centro dell’attenzione, è fondamentale considerare le esigenze e le preferenze dei dipendenti.

L’alto livello di approvazione della settimana di quattro giorni e la mutata percezione dell’orario di lavoro e della produttività dimostrano che la cultura del lavoro sta cambiando. Le aziende sono incoraggiate a esplorare modelli di lavoro innovativi che rispondano alle preferenze individuali e alle diverse fasi della vita dei loro dipendenti.

Il telelavoro si è affermato come un’importante tendenza che non solo fa risparmiare tempo e denaro, ma favorisce anche l’equilibrio tra lavoro e vita privata. Le aziende che supportano efficacemente il lavoro a distanza possono posizionarsi come datori di lavoro più attraenti e beneficiare di una base di talenti più ampia.

La diversità delle preferenze nel lavoro di squadra sottolinea l’importanza della flessibilità della struttura organizzativa. Le organizzazioni dovrebbero considerare la possibilità di supportare diversi stili di lavoro e di garantire una collaborazione efficiente tra i team, indipendentemente dal modo di lavorare scelto.

Fiverr stessa dimostra come le aziende possano plasmare attivamente il futuro del lavoro creando piattaforme che mettono in contatto talenti e clienti e ampliano le possibilità di collaborazione flessibile.

Nel complesso, i risultati di questo studio mostrano che il mondo del lavoro sta cambiando e che il futuro del lavoro sarà caratterizzato da flessibilità, efficienza e adattamento alle preferenze individuali. Le aziende che comprendono e modellano attivamente questo cambiamento potrebbero essere ben equipaggiate per avere successo nel mondo del lavoro in evoluzione e mantenere i propri dipendenti felici. L’indagine di Fiverr è un’importante fonte di informazioni per le aziende e i professionisti nei settori delle risorse umane, del reclutamento e dell’employer branding, per comprendere questi cambiamenti e integrarli nelle loro strategie.

Fonte: Comunicato stampa di Fiverr

Libri per manager e per chi vuole diventarlo

Esisti davvero! Libri che migliorano le vostre capacità di leadership e di delega. Nel corso della mia attività di fondatore e manager, ho letto molti libri. Libri sulla leadership che mi hanno aiutato a muovere i primi passi e altri che mi hanno aiutato in una fase avanzata. Ecco i miei 3 migliori libri sulla leadership da cui ancora oggi imparo molto.

Il capo che non dimenticherò mai

Un libro su come conquistare la fedeltà e il rispetto dei propri dipendenti.

I bravi capi mangiano per ultimi

Il libro che ogni leader deve conoscere. Uno dei migliori libri sulla leadership al mondo.

Guida moderna

Il manuale pratico per manager – Come diventare un manager autentico e carismatico, ispirare i dipendenti, guidare i team e ottenere risultati.

Hauptpartner:

eBook des Monats

Nessun risultato

La pagina richiesta non è stata trovata. Affina la tua ricerca, o utilizza la barra di navigazione qui sopra per trovare il post.

Anzeige

ChatGPT in HR – Human Resource

HR-Whitepaper, eBooks und Studien

Nessun risultato

La pagina richiesta non è stata trovata. Affina la tua ricerca, o utilizza la barra di navigazione qui sopra per trovare il post.

Das könnte dir auch gefallen

Nessun risultato

La pagina richiesta non è stata trovata. Affina la tua ricerca, o utilizza la barra di navigazione qui sopra per trovare il post.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Das erhältst du vom HRtalk Newsletter!

• Wertvolles Wissen aus erster Hand.

• Hochkarätige Artikel für deinen Erfolg.

• Regelmäßige Geschenke und Gutscheine.

• Teilnahme an spannenden Gewinnspielen.

• Teil einer dynamischen Community von HR-Experten sein.

Du hast dich erfolgreich eingetragen